Brescia 030.7776761
header header

News

28 MAGGIO 2015
Amministrazione Straordinaria Ilva S.p.a.: lo studio a fianco di una società leader nel settore della formazione

Studio Legale impegnato in forze per la redazione di una complessa insinuazione al passivo nella procedura di amministrazione straordinaria della società Ilva S.p.a., aperto con la dichiarazione di insolvenza datata 31.1.2015 del Tribunale di Milano, Sezione Specializzata Imprese.

Alla stesura ed invio del ricorso ha lavorato il settore Crisi d'Impresa al completo, capitanato dall'Avv. Giampiero Caruso e dall'Avv. Riccardo de' Medici.

 


26 MAGGIO 2015
Lo Studio presente a EXPO 2015 nell'ambito di convegno organizzato da Cascina Triulza

Grandissima soddisfazione nello Studio Legale quando ieri, al limite estremo della tempistica, è stata confermata la presenza dell'Avv. Riccardo de' Medici presso il padiglione EXPO 2015 Cascina Triulza nell'ambito del convegno " BioEconomy between food and non-food: the italian way".

Presente al convegno anche il Ministro per lo Sviluppo Economico Dott.ssa Federica Guidi.

Grandissimo momento di interazione con importanti export manager del settore e con professionisti del settore food and non-food presenti all'evento.

 


18 MAGGIO 2015
Brevetto asset che traina profitti

Condividiamo con tutti coloro fossero interessati un contributo della nostra sezione Ricerca & Sviluppo sulla tutela dei beni intangibili aziendali e, in particolare, dei brevetti.

Sperando di fare cosa gradita.

 


pdfbrevettualità e profitto.pdf

13 MAGGIO 2015
Divorzio Breve: L. 55/2015 in Gazzetta Ufficiale

Finalmente approda in Gazzetta Ufficiale la L. 55/2015 che prevede la possibilità di divorzio breve entro 6/12 mesi dalla separazione sia essa consensuale o giudiziale.

La legge è pienamente valida ed efficace dal 26.05.2015 ed avrà piena attuazione anche per i procedimenti in corso.

Con questa possibilità (da tempo paventata), procede la riforma del diritto di famiglia che, con la possibilità di separazioni e divorzi direttamente presso i Comuni italiani, dovrebbe portare ad uno snellimento di tali procedure.

Strada facendo verranno effettivamente compresi i contorni di tale legge e della sua applicabilità concreta.

 


04 MAGGIO 2015
Sempre più imprenditori decidono di fare Rete: lo Studio sempre in primo piano

La diffusione dei dati aggiornaati dal Ministero per lo Sviluppo Economico è disarmante: oltre 10.000 imprese e più di 2.000 accordi di Rete da quando lo strumento è diventato realtà, solo cinque anni orsono.

I dati parlano chiaro: in Lombardia 2.158 imprese hanno scelto il contratto di Rete come primario strumento aggregativo e come meccanismo utile all'ampliamento della propria sfera di azione in Italia e all'estero.

E' l'internazionalizzazione il primo motivo per il quale le imprese italiane si riuniscono, secondo posto per le economie di scala, a seguire tutte le agevolazioni che solo una Rete può proporre (agevolazioni fiscali, codatorialità e distacco di manodopera).

Strumento aggregativo sul quale lo Studio ha da sempre posto attenzione e che sta ulteriormente potenziando sul territorio con alcuni convegni di sensibilizzazione della platea imprenditoriale bresciana, poco stimolata ad avvicinarsi alla Rete d'Imprese.

La sezione Ricerca & Sviluppo è allo studio di nuove proposte da sottoporre agli imprenditori interessati.